Che cosa s’intende per GeoFencing?

Che cos’è il GeoFencing?

Il GeoFencing permette alle società di trasporto di delimitare sulla cartina geografica determinate aree e di assegnare regole specifiche sugli spostamenti del proprio materiale (rotabile). Il back office e/o gli autisti ricevono degli allarmi automatici sullo schermo, via sms o e-mail. Il GeoFencing è basato sulla tecnologia GPS (Global Positioning System).

Grazie al collegamento con il software del backoffice, il GeoFencing permette alle società di trasporto di automatizzare l’elaborazione di numerose quantità di dati e di intervenire in maniera proattiva dove necessario. Si tratta nella fattispecie dell’Exception-Based Management. Il GeoFencing offre inoltre varie possibilità per aumentare l’efficienza degli autisti e dei pianificatori nonché di ottimizzare i servizi prestati ai clienti. Pertanto diminuiscono gli errori umani e si risparmia considerevolmente in termini di tempo e denaro.

GeoFencing: vigilanza sul territorio

La vigilanza sul territorio o la rilevazione di zona permettono di seguire importanti spostamenti nell’ambito di aree ben precise. Il back office può definire una serie di regole per la segnalazione automatica all’eventuale arrivo o partenza (puntuale) di un veicolo in una determinata area. Le società di trasporto che utilizzano il sistema di navigazione autocarri ed il GeoFencing possono indicare con precisione ai propri clienti se gli automezzi si trovano all’indirizzo corretto e se i tempi di consegna sono stati rispettati, permettendo inoltre una fatturazione estremamente accurata. Il GeoFencing trova anche applicazione nell’ambito della gestione rimorchi.

Il GeoFencing e la gestione delle eccezioni

La gestione delle eccezioni o Exception-Based Management è un’ulteriore modalità per mantenere minimi i costi di comunicazione delle società di trasporto. Il GeoFencing migliora la gestione delle eccezioni in quanto gli allarmi vengono inviati solamente se non si rispettano le regole prestabilite, come ad esempio il rischio di una consegna tardiva presso il cliente, ritardi nel carico o scarico delle merci, autisti che sostano in un parcheggio non sicuro o l’aver imboccato erroneamente strade a pedaggio o considerate pericolose.

Il GeoFencing nella lotta contro furti e abusi

il GeoFencing può trovare anche applicazione nella lotta contro il furto di beni. Quando il mezzo o il materiale lascia l’area indicata o quandoil veicolo viene avviato al di fuori dei tempi definiti, è altresì possibile fare in modo che il mezzo non possa essere messo in moto. Per quanto riguarda i subappaltatori, il GeoFencing offre la possibilità di tenere traccia della posizione del materiale evitando quindi possibili abusi.