Che cosa s’intende per ottimizzazione del percorso?

Che cos’è l’ottimizzazione del percorso?

L’ottimizzazione del percorso può aumentare considerevolmente la produttività delle società di trasporto e migliorare la qualità del servizio ai clienti a costi più contenuti. I programmi di gestione trasporti come il sistema di gestione della flotta (FMS) ed il sistema di gestione trasporti (TMS) mettono a disposizione i dati necessari quali ad esempio: stato degli ordini, luoghi di carico e scarico, intervalli temporali o periodi di guida e di riposo per ottimizzare automaticamente il percorso.

Ottimizzazione del percorso e determinazione della posizione (gps)

Grazie alla connessione del computer di bordo con il dispositivo gps, le società di trasporto possono oggi monitorare costantemente la posizione della propria flotta e del proprio materiale, come ad esempio i rimorchi o le casse container. Grazie al sistema di tracciamento il back office sa esattamente quando e dove si è fermato un dato autocarro, quale strada ha seguito e per quanto tempo. In tal modo può operare costantemente l’ottimizzazione del percorso. Un avanzato sistema di navigazione autocarri permette anche di offrire ai clienti una serie di servizi aggiunti, come ad esempio informazioni sull’ETA, il tempo stimato di arrivo.

Ottimizzazione del percorso e programmi di gestione trasporti

I programmi di gestione trasporti offrono tutta una serie di possibilità per l’ottimizzazione del percorso. L’FMS mette in grado le società di trasporto di ottimizzare i percorsi elaborando in maniera automatica anche il livello di carico, i periodi di guida e di riposo, i tempi di attesa, i periodi di servizio o le informazioni sullo stato. Tali informazioni sono inviate in tempo reale dai mezzi stessi alla base ed inseriti quindi nel TMS. Grazie a questi dati le società di trasporto possono calcolare all’occorrenza il rendimento e valutare l’ottimizzazione del percorso. I dati generati automaticamente sono anche alla base della gestione delle retribuzioni degli autisti e migliorano la trasparenza nella collaborazione con i subappaltatori. Grazie al sistema gprs la trasmissione dati fra il back office e gli autisti è diventata sostanzialmente più vantaggiosa, il che ha esteso sensibilmente le possibilità di ottimizzazione del percorso.

Ottimizzazione del percorso e risparmio sui costi

L’ottimizzazione del percorso può anche avere effetti positivi sullo stile di guida “economico, ecologico e sicuro” dei trasportatori. Combinando l’ottimizzazione dei percorsi, la raccolta automatica delle informazioni sul consumo di carburante e sullo stile di guida degli autisti (ECO-driving), le società di trasporto possono risparmiare ogni anno migliaia di euro per singolo veicolo sui consumi di carburante e limitare considerevolmente le emissioni di CO2 e di altre sostanze.