Che cosa s’intende per Track and trace?

Che cos’è il track & trace?

I sistemi track & trace consentono alle società di trasporto, grazie alla tecnologia gps, di monitorare a distanza in tempo reale la propria flotta. La scatola nera costituisce il cuore del sistema di tracciamento track & trace e si trova installata sul veicolo. La situazione attuale, così come le informazioni sulla posizione del veicolo, sono inviate al server centrale del trasportatore, nella maggior parte dei casi via comunicazione gprs/trasmissione dati. In questo modo il back office può seguire anche la posizione gps, il chilometraggio effettuato, la velocità del veicolo nonché la direzione seguita, e monitorare l’ETA (tempo stimato di arrivo).

Vantaggi della sistema track & trace

I sistemi track & trace aumentano l’efficienza del back office e degli autisti che possono così correggere la pianificazione sulla base di informazioni attualizzate. Pertanto il tracking & tracing semplifica ulteriormente anche il sistema di fatturazione e la catena logistica dall’inizio alla fine. I dati di tracciamento memorizzati forniscono alla società lo storico dei percorsi e danno al trasportatore una percezione retroattiva sui percorsi effettuati, compresi alcuni dettagli come ad esempio i tempi in cui il veicolo è fermo o a regime minimo.

Track & trace: GeoFencing e tracciamento degli asset

Il track & trace offre un’ampia gamma di possibilità per il tracciamento degli asset. Per i trasportatori che effettuano consegne di beni preziosi è ad esempio interessante sapere che il back office riceve un segnale d’allarme non appena un veicolo lascia una zona delimitata (GeoFencing). Ma anche la posizione del materiale (come rimorchi, carrelli trasbordatori, container e casse mobili) può essere monitorata tramite il sistema di tracciamento degli asset. Il track & trace permette alle società di trasporto di risparmiare considerevolmente prevenendo una serie di furti, disattenzioni ed altre situazioni di rischio.

Computer di bordo e Track & Trace a confronto

La scatola nera registra i dati relativi al veicolo senza l’intervento dell’autista e li invia automaticamente alla base (track & trace). Diversamente dalla scatola nera, il computer di bordo richiede interazione con l’autista tramite il display nella cabina.